Quinta cessione dl npl (338 min) per le bcc coordinate da Cassa Centrale Banca

di Stefania Peveraro

Sarà siglato il prossimo 3 novembre il closing della quinta cessione di porta-

fogli di npl originati da banche di credito cooperativo coordinate da Cassa Centra­le Banca. L’operazione è stata strutturata dagli advisor Banca Imi e studio legale Orrick, così come le quattro precedenti. L’acquirente è Locam, scrvicer romano controllato dal fondo Usa Seer Capital Management, che ha battuto le offerte di Balbec Capital e Banca Ifis. Più nel dettaglio, il portafoglio in questione ha un valore lordo di 338 milioni di curo, costituito per 1’80% da crediti unsccurcd e per il 20% da crediti secured, ed è stato originato da 36 banche. «Dall’inizio dcl programma nel 2013 abbiamo organiz­zato cessioni per circa 1,2 miliardi di curo, coinvolgendo 90 diverse banche»,

 

ha commentato a !di’-Milano Finanza Fabrizio Beni, direttore area crediti di Cassa Centrale Banca, aggiungendo che «alcune banche hanno ceduto Npl più volte. Sc consideriamo il numero di ban­che coinvolte senza contare i doppioni. sono state 130».

E all’orizzonte ci sono già altre due ope­razioni. «Nel luglio 2017 porteremo sul mercato una cartolarizzazione di npl da 600-650 milioni di curo, per la quale ab­biamo già individuato i portafogli origi­nati da una ventina di banche di credito cooperativo», ha anticipato Beni, che ha continuato: «In questo caso ci sarà una percentuale importante di crediti secured e questo ci permetterà di rivendere alle banche originator la &anche scnior, che immaginiamo sarà nell’ordine del 75­80% del valore della

canolariz.zazione, mentre la &anche equity sarà collocata

a investitori specializzati. La struttura, però, non è stata ancora definita con cer­tezza. È anche possibile che la tranche senior sia il 70% e che se ne preveda una mezzanina pari al 10% e una junior sempre del 20%. In ogni caso non pre­vediamo di utilizzare la gacs per i titoli scnior, visto che saranno riacquistati da chi ha dato origine ai crediti».

E visto che la dimensione del portafoglio minimo da cedere ai fini della cartolariz­zazione è stata fissata in circa 40 milioni di curo. parallelamente Cassa Centrale Ban­ca organizzerà anche una sesta cessione di eruditi in sofferenza del suo programma, a vantaggio delle bcc che abbiano portafo­gli piu piccoli da vendere. «In quel caso si tratterà di un’operazione dell’ordine di 100 -120 milioni di curo e la prevediamo sempre per l’estate prossima». ha conclu­so Beni. (riproduzione riservata)



Lascia un commento